• Nuovo

GUGLIELMO PIOMBINI, GIUSEPPE GALGANO - Riscoprire la Scuola Austriaca

11,00 €
La sfida di Mises, Hayek e Rothbard a Marx e Keynes
Facco - 2018, Pagine 150 no.gif

La grandezza della Scuola Austriaca

Quantità
Non disponibile

  • Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente) Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente)
  • Politiche per le spedizioni (modificale con il Modulo rassicurazioni cliente) Politiche per le spedizioni (modificale con il Modulo rassicurazioni cliente)
  • Politiche per i resi merce (modificale con il Modulo rassicurazioni cliente) Politiche per i resi merce (modificale con il Modulo rassicurazioni cliente)

Il pensiero della Scuola Austriaca è oggi di una modernità straordinaria. Come si può sottovalutare l’importanza di questa scuola di pensiero sulla formazione della cultura imprenditoriale e della visione dei giovani innovatori le cui iniziative stanno cambiando le nostre abitudini? Questo libro, di agile e di facile lettura, intende analizzare i punti di forza, i meriti storici, i successi intellettuali di una scuola economica che per troppi anni in Italia ha subito un ingiusto ostracismo. Il libro è composto da cinque saggi. Nei primi due, più corposi, Giuseppe Gagliano presenta le idee politiche di Ludwig von Mises e Friedrich A. von Hayek attraverso il commento approfondito dei loro due libri politicamente più rappresentativi: Liberalismo e La via della schiavitù. I successivi tre saggi, scritti da Guglielmo Piombini, analizzano i successi dall’austro-liberalismo nel confronto con i suoi avversari storici: il socialismo e l’interventismo statale di tipo keynesiano. L’ultimo saggio tratta invece dell’utilità pratica, per la gestione delle finanze personali, delle teorie dell’economia austriaca che sono riuscite ad anticipare e a spiegare le cause delle recenti crisi finanziarie molto meglio dei dominanti.   INDICE DEL LIBRO  

INTRODUZIONE, di Guglielmo Piombini 1. Ascesa, declino e revival della Scuola Austriaca 2. La miglior teoria economica in circolazione 3. La visione politica dell’austro-liberalismo  
I. IL LIBERALISMO DI LUDWIG VON MISES, di Giuseppe Gagliano 1. La stella cadente del liberalismo e i suoi avversari 2. I fondamenti di una politica liberale 3. L’organizzazione liberale dell’economia 4. La politica estera liberale 5. Nota conclusiva sull’avvenire del liberalismo  
II. LA VIA DELLA SCHIAVITÙ DI FRIEDRICH A. VON HAYEK, di Giuseppe Gagliano 1. Da Vienna a Londra: il pericolo disconosciuto 2. La strada abbandonata e la grande utopia 3. Il socialismo e la pianificazione “inevitabile” 4. Il passaggio dal socialismo alla tecnocrazia e alla dittatura 5. Le radici socialiste del fascismo 6. Il liberalismo correttamente inteso  
III. LA SFIDA DEL SECOLO: SCUOLA AUSTRIACA CONTRO SOCIALISMO, di Guglielmo Piombini 1. Menger e Böhm-Bawerk contro Marx 2. Come Lenin e Trotzky affamarono la Russia 3. Intanto, a Vienna 4. L’impossibilità del calcolo economico nel socialismo 5. La risposta dei socialisti 6. Hayek e Mises replicano a Lange 7. L’inutilità della matematica e dei computer 8. “Se il socialismo esiste, come può essere impossibile?” 9. Il trionfo finale dell’Austro-liberalismo 10. Una delle più grandi conquiste intellettuali dell’umanità  
IV. I SUCCESSI DELLA SCUOLA AUSTRIACA E I FALLIMENTI KEYNESIANI, di Guglielmo Piombini 1. La crisi del ’29 travolge Keynes 2. Gli economisti austriaci presagiscono l’arrivo della crisi 3. Gli austriaci vincono la prima battaglia, ma Keynes vince la guerra 4. Diagnosi opposte, rimedi opposti 5. La depressione dimenticata del 1920 6. Le cause della crisi del 1929 7. Il New Deal di Roosevelt: un disastro keynesiano 8. La smobilitazione, non la guerra, rilanciò l’economia 9. Come la Scuola Austriaca contribuì al miracolo economico europeo 10. La stagflazione degli anni ‘70: il secondo fallimento delle idee keynesiane  
V. L’ECONOMIA AUSTRIACA E GLI INVESTIMENTI FINANZIARI, di Guglielmo Piombini 1. L’investitore è un giocatore d’azzardo? 2. Il fallimento dei modelli econometrici 3. Il metodo empirico-positivista dell’economia mainstream 4. La critica austriaca all’economia neoclassica 5. Il ruolo dello speculatore 6. Murray N. Rothbard contro i modelli previsionali 7. Le peculiari caratteristiche dell’oro 8. Pessimismo o ottimismo?